Barbara Minniti

Casa Collins Suite Miss Marx Suite Incontri
Altri scritti Rassegna Stampa

Bio

Contatti

Un breve romanzo originale per la trama e
i temi che tratta anche se ne sfiora alcuni particolarmente interessanti che potevano essere approfonditi. Sicuramene un libro
da consigliare per lo stile, molto fluido e, come gà detto da qualcuno, elegante.
Daniela, IBS, 2005

Sono d'accordo con quanto detto finora.
Ci aggiungerei che è interessante anche
la parte che riguarda la riflessione sul laicismo. Federica, IBS, 2005.

Romanzo scritto con uno stile elegante e fluido, breve la storia come un flash fotografico che ti lascia però con la voglia
di sapere come effettivamente va a finire. Peccato che sia difficile da trovare in
libreria. Giancarlo, IBS, 2005.

 

 

 

Un’operazione che può riuscire solo grazie
a un’ attenta e meticolosa documentazione
qual’è stata quella dell’autrice, che qui ha
messo in campo le migliori doti di quella
che è la sua professione di origine, ovvero
la cronista. Diego Zandel, La Rinascita
2009.

Il romanzo della Minniti sembra arrivare a chiudere e completare in modo semplice e
diretto il lungo periodo delle celebrazioni,
delle elaborazioni e ricerche storiche su
Garibaldi e sul Risorgimento italiano.
Domenico Scacchi
, UniRoma3, 2009.

“Casa Collins” è uno sguardo indiscreto
ma con il rigore dello storico e un pizzico di fantasiosità romanzesca sulla famiglia della nobildonna inglese Emma Collins, l’ultima amante di Garibaldi.
Stefano Giani
, Il Giornale, 2008.

In Casa Collins sentiamo il profumo del mare, e il fischio del vento sullo stretto di Moneta che unisce più che divide Casa Garibaldi e Casa Collins.
La mente si apre, con un grande sospiro di sollievo, alle meravigliose storie del tempo
che fu.
Annita Garibaldi Jallet
, Camicia Rossa, 2008.
200

 

Barbara Minniti redige una biografia tanto scanzonata quanto fedele e piena di sorprese. Fabrizio Ottaviani, Il Giornale, 2016.

Barbara Minniti, giornalista abituata a rovistare fra le biografie e magari a romanzarle, scandaglia la vita di Eleanor
e la racconta come fosse quella di una rockstar o popstar. Pietro Spirito, Il Piccolo, 2016

Barbara Minniti racconta con affetto e ammirazione la storia di questa eroina sfortunata da romanzo inglese ottocentesco. Miss Marx è un libro assolutamente da leggere. Diego Gabutti, Italia Oggi, 2016

La visione della condizione femminile non vista come inutile rivendicazione di genere. Stella Cervasio, La Repubblica, 2016.

Se si riuscisse a mantenere questo sguardo, che storicamente alle donne riesce più facile, avremmo maggiori garanzie di non restare intrappolati in costruzioni ideologiche. Patrizia Melluso, Il Paese delle donne, 2016.

Il marxismo come non l’avete mai letto.
Ilaria Guidantoni, Saltinaria.it, 2017.

Il risultato è una narrazione movimentata, divertente e, in varie parti, assimilabile a quella di un romanzo. Paola Biribanti, Mangialibri, 2017.

Se l’idea di leggere un libro sulla vita della famiglia Marx vi sembra tediosa, è perché non conoscete l’umorismo sfacciato e irriverente di cui l’autrice è dotata.Sara, Il Pesciolino d'argento, 2020.

Non so perché solo adesso mi sia capitato tra le mani il libro di Barbara Minniti, Miss Marx-La figlia del Capitale, che è del 2016, ma sono contento di averlo letto. Cesare Cavalieri, Avvenire, 2020.

© Barbara Minniti 2020 website by BM